“Il diario intimo di Sally Mara” – Raymond Queneau

“Nel 1947 e nel 1950 Raymond Queneau pubblicò due operette “irlandesi” attribuendone la maternità a una certa Sally Mara. Queste due parodie sono un burlesco omaggio a James Joyce, profondamente ammirato da Queneau….

Il primo spasso irlandese era “Troppo buoni con le donne”….Sally Mara, in “Troppo buoni con le donne” non è altri che uno pseudonimo…Nel secondo libro [“Il diario intimo di Sally Mara”] Queneau l’ha fatta diventare un personaggio, anzi la protagonista del proprio diario. Sally è ora una diciottenne di Dublino….a metà degli anni trenta. Ha una passione mentale per il suo “adorato prof di francese” Monsieur Presle, che è tornato ahi sul continente dopo averle fatto venire i brividi con qualche pacca sul sedere.

Sally tiene il diario da quando aveva dieci anni; ora ha deciso di buttarlo via e di cominciare a scriverne un altro nell’ idioma natio del prof, perché vuole dimostrargli col cuore come ha bene imparato tutte le “sottigliezze”, i proverbi, gli alti e bassi della di lui lingua…Sally non sa o finge di non sapere quanto è stato malizioso il suo adorato prof nell’ insegnarle le espressioni più volgari insieme con le squisite, nell’ abituarla a infilare nella normale conversazione parolacce, gergo malandrino, proverbi sporcaccioni…in un ambiente familiare immerso nella grottesca visceralità e nella vigile incoscienza assistiamo…all’ irresistibile iniziazione sessuale della protagonista.

Ciò che conta, naturalmente, sono i continui effetti comici del racconto. I quali risultano innanzitutto dal contrasto tra la schiettezza espressiva di Sally, schiettezza rafforzata dalla sua curiosità di fare esperienza, e la sua relativa ignoranza di come stanno le cose. “Il diario intimo di Sally Mara” è un puro divertimento del Queneau più “ghignarolo”. Atraverso le semi-candide esplorazioni di Sally nel mondo del sesso, Queneau può dileggiare senza il minimo moralismo i comportamenti spudorati o furtivi, i complessi edipici, le incontrollabili erezioni dei giovani maschi, il sadomasochismo degli adulti.

Tranne il prof Presle, intellettuale che si contenta della mossa, non c’è adulto che non si ecciti a sculacciare le nude natiche delle ragazzine…Ma ciò che più sgomenta Sally è la scoperta che le ragazze, sebbene renitenti, alla fine, quando le natiche scottano, provano un innegabile piacere!…

Il diario di Sally Mara è stracolmo di sberleffi e di scene esilaranti,…ne citerò una …Monsieur Presle…fa una fugace sosta a Dublino e porta in dono a Sally un bustino “Scandale”. Chiacchierano un po’: “Poi mi ha parlato di un tale di Dublino, un certo Joyce, un pornografo costretto a far stampare i suoi libri a Parigi”….è piacevole incontrare Sally Mara sulla strada che porta a “Zazie nel metrò””.

(Libera riduzione di un articolo di Alfredo Giuliani apparso su Repubblica del 25.7.1991)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...