“Corrono voci” – Hugo Claus

Già Baudelaire ebbe a dire dei belgi: ”Non esser conformisti è il gran delitto”, ( Charles Baudelaire – Diari intimi – Oscar Mondadori – 1973 – pg.151) denudando, dal suo punto di vista, il male peggiore che lui ravvedeva fra i belgi e cioè il conformismo di facciata che vuole, come sua regola prima, che ad esso tutti si adeguino, rendendosi altresì conniventi con un ipocrita perbenismo che, del conformismo ha bisogno, per costituirsi come coscienza collettiva. Continua a leggere